Castello Di Verazzano - Bottiglia Particolare 2004 Ml. 750

Non Disponibile
SKU
2802/1
Prezzo speciale 25,70 € Prezzo normale 30,00 €
Calcolo in corso..

Tipologia
Vino Rosso/Vino/Rosso

Formato
Ml. 750

Corpo
Di Corpo

Passaggio in botte
Da 12 a 18 mesi

Quantita' disponibile
0

Premi e riconoscimenti

Gambero Rosso

Ideale con

Carni Rosse

Cantina




Tra Firenze e Siena, nel territorio di Greve in Chianti, sorge il Castello di Verrazzano. Inizialmente insediamento Etrusco e poi Romano, ha mantenuto pressoché inalterati i suoi confini da circa 1000 anni, rendendolo un avamposto stabile in una terra segnata da secoli di lotte familiari e politiche.
A Verrazzano la tradizione del vino è molto antica. I vigneti e gli oliveti della proprietà sono descritti in un manoscritto del 1150 della Badia di Passignano (erroneamente riportato 1170).
Nel VII secolo il Castello divenne proprietà della famiglia Verrazzano e qui nel 1485 nacque il navigatore Giovanni da Verrazzano, scopritore della baia dell'odierna New York e della maggior parte della costa Est degli attuali Stati Uniti. A New York si trova il famoso ponte (The Verrazano) sospeso tra Brooklyn e Staten Island a lui intitolato nel 1964.
L'importante famiglia fiorentina dei Marchesi Ridolfi succedette ai Verrazzano dopo la morte dell'ultimo discendente, avvenuta nel 1819. Negli anni '20 del 1900 grazie a Luigi Ridolfi fu costruito lo Stadio di Firenze e nel 1926 fondata la Fiorentina, la squadra di calcio della città di Firenze. Presidente dell'Associazione di Atletica, Ridolfi concesse alla squadra italiana di allenarsi a Verrazzano per i giochi olimpici del 1936.
Nel 1958 il Cavalier Luigi Cappellini ha rilevato la tenuta ormai sulla via della decadenza, iniziando una paziente opera di restauro che, nel rispetto delle peculiarità storiche e architettoniche del luogo, ha riportato all'antico splendore la purezza delle forme di Castello del Mille e ricostruito il tessuto agricolo come da antico modello, reimpiantando i vigneti.
Il Cavalier Cappellini comprese fin da subito il valore della storia e dell'amenità del territorio per la migliore valorizzazione delle produzioni agricole, gettando le basi per quella sensibilità che vide nascere il fenomeno dell'agriturismo.
Grazie alla posizione del Castello al centro della proprietà, l'uva raggiunge le cantine nel giro di pochi minuti per essere subito delicatamente ammostata e messa a fermentare in piccole masse a temperatura controllata.
Le antiche cantine del Castello risalgono al XVI secolo dove l'invecchiamento avviene in botti in rovere di Slavonia poste lungo i corridoi, al riparo dagli sbalzi termici. Si utilizzano botti in quercia di 3 anni per 30 hl. di capacità per l'elevazione del Chianti e del Chianti Classico Riserva, e nuove barriques (Allier e Vosges) per l'elevazione del Chianti Classico Gran Selezione Sassello e per il Supertuscan Bottiglia Particolare.
Visitando la cantina, avvolti dai profumi dei pregiati fusti di rovere, ci si addentra fino al cuore del castello, dove sono custodite le selezioni delle migliori annate a partire dal 1924.
La tenuta di 230 ettari, rimasta inalterata all'interno dei suoi confini da oltre 1000 anni, possiede 52 ettari di vigneto a un'altitudine tra i 260 e i 420 metri s.l.m., in un terreno sassoso e ricco di calcare.
I vigneti vengono rinnovati periodicamente secondo un programma che consente di mantenere l'età media degli impianti intorno ai 12 anni.
Le forme di allevamento utilizzate sono quelle tradizionali per il territorio del Chianti Classico, ovvero il cordone orizzontale speronato impalcato a 60 cm dal livello del suolo e il guyot.
Gli attuali 52 ettari di vigna sono suddivisi in singoli vigneti ubicati sul terreno più vocato e con le migliori caratteristiche microclimatiche. I vitigni utilizzati sono in maggioranza a bacca rossa, tra i quali primeggia ovviamente il Sangiovese, accompagnato da altre varietà tra le quali il Merlot, il Canaiolo, il Cabernet Sauvignon e il Colorino e, solo in piccola percentuale, a bacca bianca come il Trebbiano Toscano, il Traminer e la Malvasia lunga del Chianti.
Le ottime condizioni pedo-climatiche dei vigneti, associate a tecniche colturali finalizzate all'ottenimento del migliore stato fito-sanitario delle uve e alla limitata resa produttiva per ettaro (circa 60 ql. di uva), permettono di produrre vini di pregio, caratterizzati dalla massima espressione del binomio terroir-vitigno.
La fertilizzazione completamente organica e le tecniche agronomiche adottate, compresa la pratica dell'inerbimento, mirano ad un rigoroso rispetto dell'ambiente e del suo equilibrio.
La vendemmia, che si svolge generalmente fra il 25 settembre ed il 25 ottobre, viene eseguita esclusivamente a mano attraverso un'accurata selezione delle uve.

Maggiori Informazioni
Produttore Castello Di Verazzano
Annata 2004
Formato Ml. 750
Gradazione 14%
Corpo Di Corpo
Maturazione Ottenuta in barriques tipo Chateau liée (75% Allier-25% Vosges) per un periodo minimo di 18 mesi, seguiti da 6 mesi in botti grandi e da ulteriori 6 mesi in bottiglia
Passaggio in botte Da 12 a 18 mesi
Colore Rosso rubino con intensi riflessi violacei
Profumo Il profumo è intenso e ampio, con sentori di piccoli frutti rossi
Aromi Balsamico, Boisé, Floreale, Fruttato, Speziato
Sapore Vino elegante al tatto, ricco di tannini dolci e setosi seguiti nel retrogusto da note persistenti di vaniglia e cioccolato.
Temperatura 16°-18° C.
Descrizione uvaggio Sangiovese e Cabernet Sauvignon
Contiene solfiti
Zona Toscana
Abbinamenti Arrosti, Cacciagione, Selvaggina
Ideale con Carni Rosse
Denominazione Toscana IGT
Biologico No
Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Castello Di Verazzano - Bottiglia Particolare 2004 Ml. 750
Il tuo voto

Altri prodotti dello stesso brand

Divine Golosità Toscane Gastronomia ed Enoteca mail: info@divinegolositatoscane.it Tel. 055 454417 Fax 055 454417 - Via R. Giuliani 160 - 50141 Firenze - P.IVA 04388790489